Immagine 038
ss_5d221f6285bdb75f7900512dd4ade1ca37980c72.1920x1080ss_f3d77ab0ec97c3099aa8cb4ade7dce5484abab40.1920x1080ss_2aa151fcb5aeae73700e0932e25b1e95e3d2aebf.1920x1080ss_a8db01f73a8d908c483d046cc30df6d8b99f1836.1920x1080ss_e578f88ec3786135c087d874ec46dc0df4a267b5.1920x1080

The LEGO Movie – Videogame

9.99 €

In Magazzino – 22 disponibili

Nuovo Utente? Registrati

Steam

 

C’era un tempo (ossia 8 mesi fa) in cui i reami LEGO erano tutti interconnessi tra loro: i rispettivi abitanti potevano viaggiare tra un mondo e l’altro e scambiarsi i mattoncini per dare vita a creazioni fantastiche, che univano il meglio di ogni mondo. Tutto ciò non stava però bene a Lord Business, il quale decise di ristabilire l’ordine isolando tra loro i mondi LEGO e recuperando il Kragle, un’arma in grado di perpetuare per sempre quest’ordine forzato; ma prima che questo accadesse, il vecchio mago Vitruvius predisse il futuro arrivo di “Quello Speciale”, un uomo dotato delle giuste caratteristiche per salvare l’universo LEGO recuperando il mitico “Pezzo Forte”, un oggetto dotato di incredibili poteri. Flash-forward ai giorni nostri: facciamo la conoscenza con Emmet, un umile operaio edile che come tutti i giorni si reca a lavorare al cantiere. Al termine di una giornata di duro lavoro scopre però che una misteriosa figura si muove tra le ombre: è l’affascinante Wyldstyle, una ragazza che lo condurrà in fantastiche avventure facendogli scoprire di essere lo Speciale, l’unico che può salvare il mondo – anzi i mondi – LEGO dai piani del malvagio Lord Business.

Questa in soldoni la storia che dà il via a The LEGO Movie Videogame: ho cercato di rivelarvene il meno possibile per non rovinarvi la storia sia del gioco che del film, qualora non l’abbiate ancora visto. Questo perchè il gioco segue fedelmente la storia del film, narrandocene le varie svolte e i colpi di scena utilizzando proprio spezzoni della pellicola cinematografica; anche per questo motivo, è sicuramente consigliabile giocarlo dopo aver visto il film.

Dal punto di vista del gameplay The LEGO Movie Videogame non presenta grandi sorprese per chi conosce già i titoli della serie LEGO: ritroviamo l’ottima e collaudatissima co-op con split-screen dinamico, la possibilità di switchare tra più personaggi dotati di poteri diversi (Emmett può riparare oggetti, Wyldstyle è in grado di percorrere speciali tratti acrobatici, Batman – sì, c’è anche lui! – può usare il suo rampino e batarang per agganciare oggetti lontani e così via), il mondo-hub che fa da collante tra le varie missioni ed anche la possibilità di collezionare numerosi personaggi da usare soprattutto nel mondo open, non in missione. Tra le novità troviamo invece il potere dei “Mastri Costruttori” (praticamente tutti i protagonisti all’infuori di Emmet), che possono assemblare tra loro più oggetti per creare strutture necessarie per proseguire nella trama, ed anche la presenza di determinati manuali LEGO che, una volta trovati, ci permetteranno di creare altre costruzioni; anche in questo caso non si tratta di creare da zero le strutture ma il gioco ci mostra una serie di pezzi disponibili tra i quali dobbiamo scegliere quello giusto nel minor tempo possibile.

Per chi non avesse mai giocato con i titoli LEGO, basilarmente siamo alle prese con un platform game nel quale la componente principale del gameplay è l’esplorazione delle ambientazioni e la soluzione di piccoli enigmi utilizzando i poteri dei vari personaggi: in ogni momento è possibile passare da uno all’altro usando l’apposito pulsante, mentre nel caso in cui si giochi in due è possibile aiutarsi a vicenda con i rispettivi poteri. Esplorare la storia dall’inizio alla fine vi richiederà circa 7-8 ore di gioco, incrementabili fino ad oltre la decina per quelli di voi che vorranno esplorare palmo a palmo le ambientazioni per reperire tutti i collezionabili. Come ormai la serie c’ha abituato, non c’è traccia di supporto online per la cooperativa.

Amore

Il reame LEGO è un gran bel vedere

– I titoli della serie LEGO di TT Games si sono sempre distinti per l’ottima resa grafica, e questo non fa eccezione: sia i personaggi che le varie strutture che fanno da sfondo alla storia sono tutti resi benissimo, in maniera molto realistica e con un ottimo uso di effetti grafici. E questo vale sia per la versione Xbox 360 che quella Xbox One, ovviamente con le dovute ed ovvie differenze.

Meccaniche LEGO

– La serie LEGO è ormai collaudatissima, e The LEGO Movie Videogame approfitta di tutta l’esperienza fatta da TT Games per regalarci un gameplay estremamente solido, vario e molto godibile sia da soli che in compagnia. Come leggerete di seguito il nuovo gioco a mattoncini ha sicuramente i suoi problemi, ma la bontà del gameplay non è tra questi.