Screen Shot 2016-01-27 at 18.23.31
ss_09b371e27ced64b1b5fa944111e1e2aa995da5df.1920x1080ss_72be54b6c8d4a94b8d2460c037b064b54a15b609.1920x1080ss_873b9f983ce49f10abcd07da1d1872074694c8a0.1920x1080ss_a9d9647c4e9822388afaceb78e9ac2541f44c01d.1920x1080ss_e4ae7bdf1831b8899ad25d1f25567a44c0639cf2.1920x1080ss_e9177f61659fd2895104c2be3f834967134822d2.1920x1080ss_ef64fec81205741ddd4bf7415f164df2c4712f02.1920x1080ss_f3d6dfac5691f29d4ead2bdf6f49b19762b706bd.1920x1080street-fighter-v_1437376591

Street Fighter V

14.99 €

In Magazzino – 5 disponibili

Nuovo Utente? Registrati

Steam

 

 

Street Fighter V presenta ancora una volta il concept di base che ha fatto il successo della serie anche in tempi moderni: grafica 3D ma sistema a impostazione bidimensionale, sei tasti azione assegnati normalmente a tre pugni e tre calci, parata associata alla direzione “indietro”. Uno degli elementi che è subito emerso sin dalle prime dimostrazioni è il fatto che i campi di battaglia presenteranno degli elementi interattivi: per esempio, sarà possibile sfondare una delle pareti all’estremità dell’arena ampliando così il campo di battaglia. Intendiamoci: niente a che vedere con le arene successive di DoA o le armi piazzate in giro da NetherRelams, ma è sicuramente un elemento che aggiunge varietà senza snaturare il concept.

Brividi sull'asfalto

 

D’altro canto, sembra proprio che sotto l’aspetto delle tecniche e soprattutto delle combo il gioco abbia puntato ad una seria evoluzione: ben lungi dal volersi trincerare dietro una serie infinita di “mezze lune” o di “mosse caricate” – comunque presenti, perché senza Hadoken e Sonic Boom non sarebbe Street Fighter – il moveset dei personaggi è apparso decisamente ritoccato in modo da poter concatenare gli attacchi secondo sequenze decisamente vaste. A questo arricchimento si accosta poi un rinnovato utilizzo della barra “Ex” e della nuova “V Gauge”.

Si comincia con le V-Skill, le quali sono mosse uniche di ciascun personaggio ottenibili con la pressione simultanea di Pugno Medio e Calcio Medio: il corretto utilizzo di queste mosse servirà a ricaricare la V-Gauge, rendendo i personaggi particolarmente differenti. Per fare un esempio, Ryu utilizzerà questa mossa per “annullare” gli attacchi nemici (un’alternativa alla parata semplice), mentre Chun-Li la userà per effettuare dei balzi bassi e veloci, diversi dalla classica parabola.

Le V-Reversal sono invece delle contromosse speciali che utilizzano una singola tacca della V-Gauge per trasformare una parata in un contrattacco: gli effetti anche in questo caso variano da personaggio a personaggio e da attacco ad attacco, ma l’essenza è quella di lasciare al giocatore la possibilità di decidere se utilizzare la V-Gauge in questa maniera strategica o se accumularla per attivare la tecnica V-Trigger.

Brividi sull'asfalto
E’ questa per così dire la “tecnica definitiva” del lottatore, che si attiva premendo simultaneamente Pugno Forte e Calcio Forte e attiva uno status temporaneo di potenziamento: Ryu, per esempio, può lanciare fireball più potenti e veloci, mentre Chun-Li moltiplica l’effetto dei suoi pugni e M.Bison si trasforma in una sorta di forma psichica semi-invulnerabile. Ovviamente sta poi al giocatore l’abilità di sfruttare al meglio questi bonus prima che l’effetto si esaurisca dopo pochi secondi.

Ovviamente, queste considerazioni sul gameplay sono solo la punta dell’iceberg: attendiamo di mettere le mani per lo meno sulla versione Beta – la cui partenza è prevista per Luglio – prima di sbilanciarci sulle potenzialità e sui limiti del sistema, senza contare che soltanto con la release definitiva potremo sapere quanto siano valide le varie modalità previste.