cover
ss_69da0f94d502471f7e1f6c084a8b0ce5ba744433.1920x1080ss_87eeb98295136b4ef7385097509a6497fa0447a7.1920x1080ss_90ad94ddb4643e419eb830860167d170aa9c5026.1920x1080ss_fdbdde627958ac4d1d46aab7712b583bd1391182.1920x1080Schermata 02-2456333 alle 13.05.42

Nba 2k13

12.90 €

Esaurito

Nuovo Utente? Registrati

Steam

La notizia di qualche tempo fa che annunciava il ritiro del titolo di pallacanestro prodotto da EA Sports ha fatto il giro del mondo ed ha reso, se così si può dire, la strada di NBA 2K13 verso il successo letteralmente in discesa. Purtroppo, però, non è tutto qui: i guru del basket e delle simulazioni sportive su console, assicurano che il duello che Electronic Arts avrebbe dovuto affrontare non sarebbe stato per niente facile e sicuramente avrebbe avuto un solo esito e per di più scontato: sconfitta. Si, perché il gioco 2K Sports è letteralmente un capolavoro nato dalla voglia di superare sé stessi e dalla capacità degli sviluppatori di mettersi in gioco nonostante il successo (conclamato) ed il dominio assoluto del mercato degli ultimi anni. Come si fa a trovare motivazione nel migliorare quando si è gli “unici”? Facile, bisogna battere sé stessi.

Gameplay rinnovato

NBA 2K13

Premessa: se siete fra coloro che hanno passato ore davanti allo schermo giocando al titolo 2K Sports dello scorso anno, scordatevi di avere vita facile ed un piatto pronto sotto gli occhi; quest’anno, tutti (ma proprio tutti) dovranno, in qualche modo, imparare di nuovo a giocare. Il primo grosso cambiamento, infatti, lo si riscontra proprio non appena si scende sul campo palchettato dell’NBA: da quest’anno la levetta analogica destra servirà anche per le finte e non solamente per il tiro. Va da sé che questo rivoluziona il modo di vedere le giocate e soprattutto favorisce il così detto freestyle da parte dei giocatori più esperti che avranno a disposizione molti più schemi liberi rispetto al passato. Inoltre, proprio il gioco delle finte, sarà molto utile ad aprire ed allargare le maglie delle difese più ostiche di alcune squadre presenti nella lega di eccellenza mondiale. A complicare ulteriormente la vita a giocatori, sarà il Dinamic Shot Generator: è un nuovo modo di gestione del tiro che terrà conto di molti fattori quali marcatura, stazza del tiratore, caratteristiche tecniche e movimento antecedente al tiro. Non sarà una cosa facile prenderci la mano e soprattutto permetterà di non avere più tiri troppo uguali uno all’altro andando, invece, a differenziare al massimo le azioni visibili durante le gare.
Secondo grande punto di rinnovo è la gestione di punti abilità particolari detti Signature Skills: ogni giocatore avrà cinque punti abilità da assegnare o assegnati e questi, sopratutto in giocatori molto forti, potranno davvero fare la differenza. Insomma, così come nella realtà, i giocatori talentuosi e forti presenti nell’NBA, saranno in grado di cambiare la storia di un incontro anche all’interno del gioco; sempre che – e qui arriviamo al terzo punto forte di quest’anno – si riesca a penetrare la difesa: addio alle difese impacciate (leggermente), ora c’è il nuovo Impact Engine che simula gli scontri fra titani e ne elabora il risultato rendendo l’azione molto più fisica ed accattivante rispetto al passato.

Musica: il rap di Jay Z arriva in campo

Prima di passare a parlare di grafica e tutto il resto, bisogna soffermarsi sulle colonne sonore del gioco curate, per l’occasione dal rapper statunitense Jay Z che ha caratterizzato in modo convincente il titolo2K SportsNBA 2K13, inoltre, contiene una squadra bonus formata da tutti musicisti degli USA famosi (dei giorni nostri) ed indovinate chi c’é? Esatto, c’è anche J. Bieber per la gioia dei Bieber’s Boys & Girls (un po’ meno per gli altri). Comunque, tornando alla musica vera, se il rap è nelle vostre corde, Jay Z è andato sicuramente a canestro.

Online: le belle statuine; Offline: creazione di una leggenda

NBA 2K13

Ed arriviamo al multiplayer, o meglio, alle partite online. In questo, è giusto dirlo, EA Sports ha solo da insegnare e non certo da imparare da nessuno: la sua tecnica e modalità dell’Ultimate Team ha fatto strage di cuori fra gli amanti dei titoli calcistici. Così, imparando dai maestri, 2K Sports ha preso questa modalità e l’ha leggermente modificata (nell’aspetto) lasciando però invariata l’idea di fondo che è geniale. Sarà così possibile acquistare non già delle bustine di figurine ma delle scatole con dentro le statuine (le belle statuine) dei giocatori oltre che a schemi, palazzetti, bonus di varia natura e genere ed altri oggetti vari. Fatto ciò e composta la formazione, la si può far scendere in campo in divertenti partite online percorrendo quella che è chiamata la Strada verso i Play-off.
Ma se preferite divertirvi per conto vostro senza andare a disturbare altri utenti sparsi per il mondo, anche la versione single player offre spunti davvero notevoli e fra tutti va menzionata la rimodernata modalità carriera detta NBA: la creazione di una leggenda. Quello che il giocatore dovrà fare sarà creare la propria star ad immagine e somiglianza e gettarla in campo alla ricerca del successo e della notorietà fra le All Stars. Ovviamente potrà essere gestito tutto (ma davvero tutto) del proprio beniamino: movimento, esultanze e molto altro attraverso un sistema di acquisto delle varie mosse tramite esperienza conquistata sul campo. Ogni partita, dunque, fornirà dei punti in base alla prestazione e questo renderà disponibili o meno altri aspetti caratterizzanti da applicare al giocatore in erba.

NBA 2K13