Magicka_2_cover_artwork
ss_c44be8f4cea776373a4932166bcce7a824b78eef.1920x1080ss_c2084c76f23e6e6109eb6c25684912e5b8d55844.1920x1080ss_1af2c0b9659e116ed200c994900074e496ef1d07.1920x1080ss_9ae2227cbe35c9f59aa6f9f684533681dfa63531.1920x1080ss_13da82f226d2510aa1c1d30850b516f9eb609f32.1920x1080ss_57e6aa28c28ca005b31a3dc4ee512a9eb8787092.1920x1080ss_251d8a4113b2ea042e97364b2088a78d597ee5da.1920x1080ss_ae67d31d038cf9f8a91f3da77b1f4775a533de8d.1920x1080ss_b696c03b76933a711fbca30ef58fab189f230002.1920x1080

Magicka 2

9.99 €

In Magazzino – 5 disponibili

Nuovo Utente? Registrati

Steam

 

 

UN SEGUITO RIUSCITO

Tornano i maghi di Paradox con una nuova esplosiva avventuraAvevate nostalgia dei maghi in “accappatoio” e del loro mentore Vlad, il “non vampiro”? L’attesa è finita e Paradox Interactive ci riporta nel mondo di Midgard con il seguito di un titolo che non ha bisogno di presentazioni: Magicka 2. Per chi ancora non avesse mai giocato l’originale, che vanta qualcosa come più di un milione di copie vendute, o allo spin-off gratuito Magicka Wars, incentrato sul PvP tra maghi e uscito qualche tempo fa, Magicka 2 è un gioco di ruolo d’azione di genere fantasy basato sulla mitologia norrena dalla quale attinge ambientazioni, personaggi e nemici. Nonostante sia cambiato il team di sviluppo (infatti la casa svedese si è avvalsa della collaborazione di Pieces Interactive, team che aveva già collaborato ad alcuni dei numerosissimi DLC usciti per il primo) questo seguito deve ancora la sua forza all’inalterata originalità che caratterizzava il primo episodio, dove già era presente la possibilità di creare tantissime magie combinando gli otto elementi presenti: acqua, fuoco, terra, fulmine, ghiaccio, morte, vita e scudo. Non a caso, il sottotitolo del gioco è “Learn to spell….again” e, infatti, nel divertente tutorial che fa da prologo all’avventura, prenderete confidenza fin da subito con le basi di questo modo di creare incantesimi. La formula vincente è praticamente sempre la stessa, eppure il balzo in avanti è notevole sia dal punto di vista grafico sia da quello del gameplay, spingendo l’acceleratore sulla componente umoristica esilarante e irriverente tipica della serie.

Durante il cappello introduttivo alle vicende del secondo capitolo, il narratore ci invita all’ascolto cominciando subito con la citazione “Stay a while, stay forever” presa addirittura da un gioco del 1984, Impossible Mission, per il glorioso Commodore 64: Magicka 2 è pieno di citazioni o situazioni che richiamano in maniera più o meno evidente altri videogame o film, a voi trovarle e riconoscerle tutte.Nel riassunto degli avvenimenti, comunque, il narratore sottolinea come Vlad, maestro di magia del primo episodio e guida di entrambi i capitoli, sia stato assente per 40 anni e al suo ritorno, senza svelarvi i particolari della trama, stia cercando da uno a quattro maghi per affrontare questa nuova avventura. Ed è proprio la componente multiplayer cooperativa che rappresenta la modalità più divertente, ora resa ancor più coinvolgente da una maggior interazione con gli scenari e con le situazioni studiate appositamente per essere risolte da più giocatori. Attenzione, però: come nel primo capitolo, non manca il fuoco amico, per cui non fare a pezzi il mago che vi gioca accanto è impresa tutt’altro che facile. “Mai incrociare i flussi” diceva Egon Spengler a Peter Venkman in Ghostbusters, al contrario di come è auspicabile in Magicka 2: infatti, incrociando un flusso magico con quello di un amico otterrete un raggio ancora più devastante e questo è solo un esempio delle decine di situazioni in cui potrete trovarvi facendo interagire le vostre combinazioni magiche con quelle degli altri giocatori.