1442
ss_5a510540de7241b577828a147d01a450d5688b07.1920x1080ss_9a2c8d9d75b4836902676a38079bb1c96571e4d5.1920x1080ss_656d1a6604f15c666a25e0d8ac098c9f6a08286f.1920x1080ss_b2589ac9de31db2ee4e611f92965e56c2c4639da.1920x1080ss_cf860c261f54901291e492f3b91e17030902dcb5.1920x1080img_57c4276c2359c

God Eater 2: Rage Burst

16.99 €

In Magazzino – 22 disponibili

Nuovo Utente? Registrati

Steam


Piccolo ripasso. I God Eater sono dei guerrieri che combatto gli Aragami, dei mostri particolarmente brutti e pericolosi. La loro particolarità è data dall’uso del God Arc, un’arma forgiata nel metallo ma fusa con alcune delle cellule provenienti dai mostri. Questa particolare commistione permette all’arma bianca, a scelta tra martello, spada o falce, di potersi trasformare all’interno del combattimento anche in uno scudo o in una specie di cannone/pistola, donando così ai God Eater maggiore flessibilità durante il combattimento.
Di nuovo a caccia di Aragami

In questo secondo capitolo i nostri guerrieri saranno impegnati nell’investigazione di uno strano fenomeno: una pioggia di colore rosso sangue che sembra essere il veicolo di trasmissione di una pericolosissima epidemia. Ecco quindi che la Fenrir crea la divisione Blood, incaricata per l’appunto di investigare su questa strana pioggia. All’interno di una sorta di fortezza in movimento, i nostri guerrieri saranno ancora una volta impegnati a combattere gli Aragami.

Sotto l’aspetto prettamente ludico il titolo non si discosta minimamente dall’esperienza offerta già in passato. Ci troviamo davanti ad un action survival in cui, questo dopo quest, ci troveremo ad affrontare pericolosi mostri con differenti pattern di attacco; la differenza nel combattimento sarà quindi data dal perfetto bilanciamento del nostro eroe e nello studio del nemico.