cover farming simulator 15

Farming Simulator 15

18.92 €

In Magazzino – 14 disponibili

Nuovo Utente? Registrati
ss_0ef160b87f234289bbc6b642f25ba0430b21f1aass_3cdbef432a19117966af7a89f76245c887e4116dss_4d4454301612cf8876d53d68ead12954c8ff569fss_55a0bae7006e309cb0f17e9008ed265a2a74d1b6ss_251db4ac3c33feea02d251ffaffce3bd866cfdfdss_496ae1b7c747b248072e5bd5baee39a08e043bc0ss_c87a129f0a3c310bf544c3ca68f3d526ed22350ess_fe17581adfd3284cc75eef6f118e424f864c35c7

Steam

 

 

 

Dopo un anno di assenza e una visita su console che potrebbe diventare un appuntamento fisso, dato il buon successo, la serie Farming Simulator torna a palesarsi nel mondo PC, arricchita di novità rilevanti come il nuovo motore grafico e un’interfaccia completamente rivista.

 

Vita dai campi

Per il resto non c’è troppo da preoccuparsi, perché è lo stesso gioco di sempre, in cui bisogna vestire i panni di un imprenditore agricolo e cercare di guadagnare soldi coltivando e vendendo i prodotti ottenuti dalla terra. In realtà, come ogni buon giocatore di Farming Simulator sa, lo scopo vero è acquistare i veicoli agricoli, resi particolarmente appetibili in questa edizione proprio per via dei miglioramenti tecnologici. Il gusto di crearsi una scuderia di “bolidi” da aratura è impareggiabile, ma non diciamolo troppo ad alta voce.

MIGLIORAMENTI AGRICOLI

I miglioramenti maggiori introdotti in Farming Simulator 15 riguardano il lato grafico e l’interfaccia di gioco. Dal punto di vista visivo non solo si segnalano modelli dei veicoli più belli e dettagliati rispetto al passato, con la solita attenzione per i particolari che farà felici gli amanti delle macchine agricole, ma adesso è anche possibile inquadrare l’azione dal cruscotto e controllare che tutto vada bene usando gli specchietti retrovisori.

Vita dai campi

Certo, in alcuni casi non è un’opzione utilissima, visto che le inquadrature classiche all’esterno dei veicoli sono molto più utili per seguire i lavori, ma è comunque un’aggiunta ben fatta, che magari potrà essere usata per provare a lavorare i campi da una nuova prospettiva e che permette di ammirare meglio i modelli tridimensionali delle attrezzature. Altro piccolo miglioramento è lo sporco che si accumula sui veicoli mentre si lavora. Niente di trascendentale, ma è almeno viene mostrato che il lavoro dei campi non è roba per chi non vuole sporcarsi le mani. Comunque, la novità più importante riguarda l’interfaccia di gioco, resa finalmente moderna. Badate bene che le opzioni delle passate edizioni ci sono tutte, ma ora sono presentate meglio e sono più chiare, grazie soprattutto a dei nuovi indicatori che permettono di gestire meglio ciò che si sta facendo e a delle scorciatoie da tastiera ben studiate che abbreviano i tempi di selezione.

FRUTTA BECCATA DAGLI UCCELLI

Purtroppo Farming Simulator 15 ha anche qualche problema, non risolto con l’ultima patch. In primo luogo il modello di guida di alcuni veicoli non è eccezionale, oltre a essere poco realistico. Prendiamo i trattori che da una parte possono andare sin troppo veloci rispetto alla realtà, compiendo salti che nemmeno in Forza Horizon 2, ma dall’altra non ce la fanno a salire su pendenze che un trattore vero scalerebbe senza drammi (in fondo servono anche a questo).

Vita dai campi

Stesso discorso vale per lo sterzo, sin troppo “da gara”, ossia con alcuni veicoli che anche a basse velocità faticano a dare una risposta realistica alle sollecitazioni e fanno sprecare un po’ di benzina. Certo, va detto che queste problematiche emergono soprattutto in situazioni estreme, ossia quando si vuole perdere un po’ di tempo. Durante le normali attività previste dal gioco non si fanno sentire moltissimo. Comunque, il difetto più grosso, quello che Giants Software non si cura di affrontare di edizione in edizione, è la mancanza di un tutorial sensato per la gestione economica della fattoria, che descriva in modo organico i diversi edifici con le loro funzioni, magari contestualizzandole nell’attività generale. Se si è vecchi giocatori della serie poco male, nel senso che il sistema di gioco è rimasto quasi invariato nel corso delle edizioni e quello che bisogna fare lo si dovrebbe sapere. Il problema nasce per i nuovi giocatori che, dopo aver provato tutti i veicoli nei tutorial dedicati, si ritrovano alle prese con un mondo misterioso in cui nessuno si preoccupa di dargli le basi del mestiere. Qualche spiegazione a schermo appare, ma è poco rispetto alla complessità dell’attività agricola che ci si trova a gestire. Ossia, cosa si deve fare è chiaro, è il come che rimane celato finché non si è fatta parecchia pratica, o finché non si decide di andare online per sfruttare i preziosi consigli della comunità. Insomma, i contadini in erba sappiano che avranno bisogno di una certa dose di pazienza per iniziare a gestire appieno la fattoria virtuale, dato Farming Simulator 15 non è Farmville. Quando ci riusciranno, avranno comunque grosse soddisfazioni.