cupHeadCover

Cuphead

9.28 €

In Magazzino – 10 disponibili

Nuovo Utente? Registrati
ss_1bfaa0d236aa99cdc31234aa7aad314898e3d10e.1920x1080ss_483fb089be0093beeef03525276803a9ca4f66a1.1920x1080ss_874f2d27a9120ee60cbce0c7bd4085525fd09b26.1920x1080ss_1335c63f0429da926e8cfd0e1faf59ff65d2f6ef.1920x1080ss_48477e4a865827aa0be6a44f00944d8d2a3e5eb9.1920x1080ss_380296effbf1073bbedfd480e50cf246eb542b66.1920x1080ss_615455299355eaf552c638c7ea5b24a8b46e02dd.1920x1080ss_ae3db08c403209d868e52ae513540e1ba0489302.1920x1080ss_aefad3850c3bc04000cbe0d620bea6807e0a0331.1920x1080

Steam

 

Cuphead è figlio di quei videogiochi che non fanno più. Quelli che mettono la sfida al primo posto, che impongono al giocatore non solo di essere bravo ma di essere perfetto, punendo con una precisione millimetrica anche chi si lascia andare per un solo istante. La frenesia del titolo raggiunge livelli quasi frustranti. È possibile capire come superare una certa fase o come sopravvivere ad un attacco anche al primo colpo ma bisogna essere veloci, molto veloci, perché mentre si pensa “si ce l’ho fatta subito!” il nemico è già due mosse avanti pronto ad eliminarvi in un soffio. Morire in Cuphead è estremamente facile, vi assicuriamo che passerete più tempo morti che vivi. Cuphead è un titolo difficile, forse troppo, a tratti davvero ostico, a tratti eccessivo. È uno di quei titoli che fanno contente le ditte che producono controller perché più di una volta farete fatica a trattenervi dal lanciarlo contro la parete, o peggio, contro la tv. Sin dal suo annuncio l’idea di STUDIO MDHR era quella di creare un videogioco difficile, un titolo incapace di sventolare la bandiera “user friendly” che svetta nella stragrande maggioranza dei prodotti videoludici odierni. Ebbene ci sono riusciti, hanno creato un gioco che pur offrendo l’opportunità di combattere a difficoltà ridotta resta estremamente difficile, complesso, quasi impossibile. Se fosse un coin-op sarebbe uno di quei giochi in cui consumare tutti i gettoni contro il primo boss, quello che solo il giocatore più anziano della sala giochi, che era lì da quando avevano posato il primo cabinato di Pong, saprebbe come sconfiggere…e farebbe pure fatica