Immagine 003

Civilization V : Brave New World

7.35 €

In Magazzino – 17 disponibili

Nuovo Utente? Registrati

Steam

Con Gods&Kings furono reintrodotte le religioni e lo spionaggio, richiesti a gran voce dai fan, mentre con Brave New World, il team di Sid Meier ha cercato di rendere più profondo ed incisivo il Commercio, oltre ad aver cambiato profondamente la gestione della Cultura.

I commerci, ora, saranno possibili solo costruendo carovane o navi da cargo nelle vostre città. Una volta ottenuto il mezzo di trasporto desiderato vi si aprirà una schermata nella quale potrete selezionare una delle possibili destinazioni, scelte in base alla distanza dalla città di partenza. Ogni rotta internazionale consentirà di scambiare denaro, Scienza e pressione religiosa con l’altra civiltà, le rotte interne consentiranno di scambiare produzione o cibo tra due vostre città, mentre quelle con le Città-Stato miglioreranno i vostri rapporti, oltre che vi garantiranno qualche moneta in più.

Le rotte commerciali sono state inserite così bene all’interno del gioco che presto diventeranno un elemento chiave per la crescita del vostro impero, divenendo un elemento fondamentale per il successo finale. Attraverso i commerci potrete, infatti, non solo diventare ricchi, ma anche aiutare la vostra religione a diffondersi o recuperare della Scienza da una nazione più avanzata. Concentrando i commerci verso l’interno, invece, potrete aiutare a crescere una città che stenta a decollare o aiutarne un’altra impegnata nella costruzione di una Meraviglia chiave nella vostra strategia.

In altre parole il commercio aggiunge un ulteriore strato strategico a Sid Meier’s Civilization 5, senza per questo andare ad appesantirne le meccaniche, essendo la gestione delle rotte piuttosto chiara negli effetti e nell’utilizzo. Le tratte saranno infatti un potente strumento economico e culturale nelle vostre mani, che se utilizzate con cura potrebbero dare una marcia in più agli imperi basati sulla ricchezza o sulla religione.

Il rimodellamento della Cultura ha portato ad avere un nuovo modo per ottenere la vittoria culturale. È stato infatti introdotto il parametro Turismo, che è una sorta di versione offensiva della Cultura, ovvero la capacità della vostra civiltà di attrarre quelle avversarie. Sacrificando dei Grandi Personaggi all’interno di speciali slot contenuti all’interno di alcun edifici particolari o ricercando siti archeologici si cominceranno ad ottenere punti Turismo.

Una volta che questi ultimi saranno superiori ai punti cultura accumulati da un’altra civiltà avrete influenza su di essa. Una volta che le avrete influenzate tutte otterrete la vittoria culturale. Ad un certo punto della partita sarà persino possibile costruire o acquistare Grandi Personaggi attraverso la Fede o il denaro, in modo da poter concentrare il proprio impero in questa direzione, rintuzzando i tentativi di difesa avversari.

Avendo perso un po’ di centralità, le Politiche Sociali sono state ridisegnate in modo da essere accumulabili più facilmente. Inoltre, a partire dall’epoca industriale, sarà possibile sbloccare le Ideologie, ovvero tre ulteriori alberi di Politiche Sociali da completare per ottenere ulteriori bonus per il vostro impero. Le Ideologie funzioneranno in maniera molto simile alle Religioni, ovvero uniranno i popoli con ideologia simile e divideranno quelli con idee diverse, dando bonus specifici in base al tipo di filosofia che vorrete fondare.

Infine la prima civiltà che incontrerà tutte le altre potrà fondare la Società delle Nazioni, una sorta di associazione dove tutti i membri voteranno alcune risoluzioni proposte dai suoi membri principali. Si andrà da alcuni bonus per la Scienza o per le Meraviglie fino ad arrivare ad embarghi per una nazione o una speciale risorsa di lusso. Anche in questo caso appoggiare una nazione o contrastarla potrà avere conseguenze diplomatiche, oltre che sarà possibile corrompere le altre civiltà per ottenere il loro voto e magari ottenere la Vittoria Diplomatica. Per far ciò dovrete prima trasformare una vostra spia in diplomatico e inviarlo nella capitale nemica. In questo modo potrà spiare i movimenti della nazione prescelta senza però poter rubare tecnologie o rovinare i piani avversari.

Anche in questo caso i cambiamenti sono profondi, piuttosto ben riusciti, ma mai invasivi, andandosi ad amalgamare alla perfezione con il gioco di base e le novità introdotte con Gods&Kings. Le ideologie e le risoluzioni della Società delle Nazioni sono un ulteriore modo per specializzare il vostro impero o per correggerne qualche lacuna emerse nel tempo, mentre il Turismo è un nuovo parametro da tenere in considerazione, forse non particolarmente eccitante, ma in grado comunque di incidere sul gioco.