black-ops-2-uprising-650x0

Black Ops 2 : Uprising DLC

6.39 €

Esaurito

Nuovo Utente? Registrati
Black-Ops-2-UprisingImmagine 002Immagine 001Immagine 000

Steam

Versioni disponibili e Season Pass:

DLC singole:

 

Uprising offre anche quattro nuove, diverse e variegate mappe  multiplayer ambientate in varie parti del mondo, per la gioia dei fan.

Magma è un moderno villaggio giapponese con eruzioni vulcaniche che creano molteplici percorsi nella città.

 

 

Encore si svolge l’indomani di un festival musicale a Londra ormai deserto e offre numerose opportunità per scontri ravvicinati ricchi di azione e dinamismo.

 

 

Vertigo è un altissimo edificio futuristico in India che contiene un laboratorio di alta tecnologia e offre viste da brivido e percorsi su livelli differenti.

 

 

Studio è un remake contemporaneo di “Firing Range,” una mappa multiplayer dell’originale  Call of Duty®: Black Ops molto amata dai fan. “Studio” è un set cinematografico di Hollywood con una grande varietà di tematiche diverse, dal Sci-Fi al Vecchio West.

 

 

WELCOME TO ZOMBIELAND

Mob of dead  Vero e proprio punto di forza di questa espansione. Se siete amanti della modalità Zombie troverete di che divertirvi. Ambientata in un luogo dal fascino assicurato, dovremo aiutare quattro galeotti a fuggire dall’isola di Alcatraz infestata da morti viventi. Ad  aumentare il coinvolgimento della missione ci pensano i quattro doppiatori estremamente famosi a partire da Ray Liotta che dona la voce a Billy Handsome, Finn O’Leavy interpretato da Michael Madsen, Arthur Arlington è Joe Pantoliano, Chazz Palminteri è Salvatore De Luca. Temporalmente, la nostra missione ambientata nel periodo in cui l’isola passò da base militare a carcere, i fumosi anni ’30 dei gangster e di Jonh Dillinger, di conseguenza questa volta non avremo armi tecnologiche del nostro decennio, ma dovremo accontentarci dei mitragliatori Thompson e delle armi di quella gloriosa epoca, in un crescendo che ci porterà ad ottenere nuove bocche da fuoco estremamente coreografiche.

Il gameplay, più o meno, è quello che conosciamo: seguendo un espediente narrativo dovremo cercare di lasciare l’isola districandoci tra percorsi labirintici e trappole mortali, sempre sotto la costante pressione di ondate di Zombie. Le vere novità di questa espansione, però, le dobbiamo ricercare in una particolare fase del gameplay, una volta morti non dovremo annoiarci in attesa di tornare in partita. Una volta abbattuti inizieremo infatti una nuova fase come spettri dove potremo risolvere puzzle ambientali, uccidere nemici e soprattutto cercare di recuperare il nostro corpo. Il rovescio di questa mappa lo si trova nelle trappole, troppe volte ci è capitato di morire più per mancanza di indicazioni che per errori nostri. In svariate occasioni, Mob of dead ricorre alla formulatrial and error, cosa che in un gioco del genere potrebbe non essere troppo gradita. Qualcuno potrebbe obbiettare e lamentarsi dell’eccessiva tortuosità del level design, personalmente non l’abbiamo visto come un problema, dato che non è pensato per esser portato a termine fin dalla prima partita: se avesse offerto un percorso lineare il divertimento sarebbe stato minimo.