motorsportCover
ss_4e936bc7b08b5d228996b7a702b17a04008167c0.1920x1080ss_b7228f9c256de48d97a67bcd39cbc9097f0c3956.1920x1080ss_c240caf95b8716f5752e3ace040d01beebf5a2e7.1920x1080ss_c18643fdf05cc6b02c5d65542f6570a61cec19ed.1920x1080ss_cb6c40f6dec991032cfa405295ecc5d06686d744.1920x1080ss_e017094aa3a2c296a51ec8b36e5a400e10b62448.1920x1080

Motorsport Manager

21.99 €

In Magazzino – 2 disponibili

Nuovo Utente? Registrati

Steam

 

 

Motorsport Manager cerca di rispondere alle esigenze di chi volesse provare a capire cosa si prova nello gestire una scuderia di Formula 1, o perlomeno della categoria corrispondente presente nel gioco, visto che di licenze ufficiali non ce ne sono.

Ma la cosa non è necessariamente un difetto, visto che ci sono talmente tante opzioni e tanti aspetti da prendere in considerazione, che l’immersione del gioco sarà totale.

 

Under pressure

All’inizio si potrà scegliere tra le tre categorie presenti nel gioco, se vogliamo una sorta di scelta del livello di difficoltà, visto che si potrà sì scegliere da subito di guidare un team che compete nella massima competizione, ma ovviamente la pressione sarà più alta e la richiesta di risultati sarà naturalmente maggiore in un top team rispetto ad una scuderia di una serie minore.

Come dicevamo ci sono tantissimi aspetti da prendere in considerazione, da quello finanziario, ad esempio con la ricerca di sponsor, a quello gestionale, con la propria base da espandere con nuovi edifici, fino ad arrivare a tutti gli aspetti riguardanti le corse vere e proprie, sia dentro che fuori la pista.

 

Il Toto Wolff dei poveri

Bisognerà infatti fare attenzione al morale dei piloti ed al rapporto tra di loro. Relegare un pilota molto competitivo al ruolo di seconda guida significherà un morale basso e tensioni alla Rosberg-Hamilton tra i due piloti della propria squadra. Così come sviluppare parti migliori solo per la macchina di uno dei due piloti.

Eppure il mondo del Motorsport moderno è fatto di regole e compromessi, e di tanto in tanto capiterà di dover votare per apportare delle modifiche al regolamento. Un aspetto importante, visto che vi si richiederà ad esempio di modificare un tracciato in cui magari la vostra vettura è particolarmente competitiva, ed avrete modo di bocciare la proposta, o magari addirittura di trovare accordi sottobanco non particolarmente leciti, ma che porteranno dei benefici a livello economico.

Anche per quanto riguarda la discesa in pista c’è tutto quello che ci si aspetterebbe da un titolo simulativo. La scelta delle gomme ad esempio, o della strategia di gara per ciascuno dei due piloti, con le gare che ricordano molto la modalità B-Spec di Gran Turismo, in cui potremo dare istruzioni ai nostri piloti. Si può cercare di spingere, mettendo però a rischio l’affidabilità della vettura, o adottare uno stile di guida più conservativo, ad esempio per far durare di più le gomme, insomma sta a voi decidere in che modo far condurre ai vostri piloti la gara.